Dialogo sulla povertà

Proseguono gli “Stati Generali del Volontariato 2021 – Sempre connessi”: una chiamata a raccolta per discutere delle questioni più urgenti su cui il volontariato è chiamato ad impegnarsi e per definire insieme piste di lavoro da portare avanti nei prossimi anni. Febbraio è il mese dedicato alla povertà, una tema che non poteva rimanere fuori dall’iniziativa perché la pandemia ha accentuato le fratture già esistenti e ne ha aperte di nuove. Oggi il volontariato deve farsi promotore di nuove alleanze per ridurre le diseguaglianze, le vulnerabilità, l’isolamento.

La povertà rappresenta un fenomeno sociale complesso, nel quale più dimensioni si intersecano: è l’espressione meno accettabile della diseguaglianza economica, una limitazione alla possibilità di consumo, un condizionamento delle libertà della persona, una barriera allo sviluppo delle relazioni. Con la pandemia tutti questi aspetti si sono accentuati, facendo emergere situazioni che prima erano nascoste e dando vita a nuovi problemi. Spesso la mancanza economica è l’indicatore più evidente, che deve però aprire ad uno sguardo più ampio: la povertà infatti determina una rappresentando un “problema di democrazia”. Serve allora rimettere al centro la funzione del volontariato, degli uomini e delle donne che danno il proprio sostegno alla fragilità, provando ad individuare un orientamento comune e a promuovere una alleanza affinché tutti possano agire pienamente come cittadini dentro le nostre comunità. 

Temi e prospettive che verranno approfondite mercoledì 3 marzo alle 18.00 nel “Dialogo sulla povertà” in diretta streaming sul sito degli Stati Generali e sui canali social di CSV Bergamo e di Vita Non Profit (media partner dell’iniziativa). A dialogare sulla povertà sono stati chiamati don Virginio Colmegna, presidente della Casa della Carità di Milano, Roberto Rossini, presidente dell’Alleanza Nazionale contro la Povertà, e Tito Boeri, economista. Modera l’incontro Riccardo Bonacina, fondatore di Vita Non Profit.

Chi sono i testimoni

Don Virginio Colmegna, per anni direttore della Caritas Ambrosiana e oggi presidente della Casa della Carità di Milano, è sacerdote da sempre attento alle fragilità che attraversano le nostre comunità. Dal 2004 dedica il suo impegno interamente alla Casa della Carità, un luogo voluto dal Cardinal Martini perché la città potesse esprimere la propria attenzione verso gli ultimi. Nel 2020 ha pubblicato il libro «Oltre cinquanta gradini», un suo personale diario della pandemia.

Roberto Rossini, presidente dell’Allenza Nazionale contro la Povertà e delle ACLI nazionali, è laureato in scienze politiche e docente di sociologia. Ha scritto due libri e un e-book: «L’autonomia sostenibile», «Più giusto» e «Capitale umano». Cura un blog su Famiglia Cristiana e sull’Huffington Post.

Tito Boeri, economista e accademico, è professore di economia all’Università Bocconi di Milano. Insieme ad altri ha fondato il sito di informazione economica www.lavoce.info e il sito federato in lingua inglese www.voxeu.org. Presidente dell’INPS dalla fine del 2014 all’inizio del 2019, oggi è direttore scientifico del Festival dell’Economia di Trento. 

Per partecipare

La partecipazione all’incontro è libera, ma è gradita una conferma di partecipazione compilando l’apposito modulo disponibile cliccando quiPer maggiori informazioni scrivere a comunicazione.bergamo@csvlombardia.it.

Media

Stati Generali Volontariato Bergamasco 2021