SGVB.2021 Dialogo su Volontariato e Salute tra Pietro Bartolo e Claudia Lodesani

Sono giunti ormai a metà strada gli “Stati Generali del Volontariato 2021 – Sempre connessi” iniziati a gennaio: una chiamata a raccolta lanciata dal CSV di Bergamo per discutere delle questioni più urgenti su cui il volontariato è chiamato ad impegnarsi e per definire insieme piste di lavoro da portare avanti nei prossimi anni. Dopo il mese di gennaio dedicato all’accoglienza e quello di febbraio alla povertà, il mese di marzo è dedicato alla salute. Un tema che non può prescindere dalla situazione pandemica che stiamo vivendo, ma che il Centro di Servizio per il Volontariato ha scelto di affrontare prendendone in considerazione tutti gli aspetti legati alla vita delle persone nel nostro territorio.

Per il CSV di Bergamo, che promuove l’iniziativa, la salute è un concetto complesso: parlare di salute significa non concentrarsi esclusivamente sulle problematiche del corpo, sulla assenza o presenza di malattia, ma considerare la persona nel suo complesso e il suo benessere. Tutelare la salute significa mettere in condizione ogni individuo di realizzare le proprie ambizioni e soddisfare i bisogni propri e dall’altro, evolversi o adattarsi al contesto ambientale, sociale, culturale. In questo scenario, è necessario riaffermare un’etica della condivisione per aiutare i singoli dentro le comunità a riconfermare i propri diritti, alimentare una visione per cui il benessere personale non è separabile dal benessere collettivo. Alla luce dell’emergenza Covid-19, il CSV ritiene che oggi più che mai il volontariato debba tornare ad occuparsi di salute: con la sua capacità di mettere al centro la persona e di prendersene cura, di costruire opportunità per le fasce più deboli, di promuovere coesione sociale dentro le comunità, può assumere una funzione culturale e educativa di tutela della salute e promozione di benessere.

Temi e prospettive che verranno approfondite mercoledì 24 marzo alle 18.00 nel “Dialogo sulla salute” in diretta streaming sul sito degli Stati Generali e sui canali social di CSV Bergamo e di Vita Non Profit (media partner dell’iniziativa). A dialogare sulla salute sono stati chiamati Pietro Bartolo, medico e europarlamentare, e Claudia Lodesani, presidente di Medici Senza Frontiere Italia. Modera l’incontro Riccardo Bonacina, fondatore di Vita Non Profit. 

Chi sono i testimoni 

Pietro Bartolo è medico e politico italiano, europarlamentare dal 2019. Conosciuto soprattutto per essere stato dal 1992 al 2019 il responsabile delle prime visite ai migranti che sbarcavano a Lampedusa e di quelli che soggiornavano nei centri di accoglienza, ha scritto i libri “Lacrime di sale” e “Le stelle di Lampedusa” oltre ad aver partecipato alla realizzazione del documentario “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi. È stato uno dei nove intervistati nel documentario “Vaccini. 9 lezioni di scienza” di Elisabetta Sgarbi.

Claudia Lodesani è presidente di Medici Senza Frontiere Italia dall’aprile 2018. Medico infettivologo modenese, lavora con MSF dal 2002 impegnata sul campo per le grandi emergenze come l’ebola e lo tsunami, ma anche in conflitti come quello in Yemen e in Repubblica Centrafricana o in contesti dimenticati come il Burundi, la Repubblica Democratica del Congo e il Sud Sudan, fino ai progetti sulla migrazione a Lampedusa e in Sicilia. Ha iniziato come medico di terreno per poi svolgere ruoli di coordinatore, capo missione e direttore di strutture sanitarie di MSF. 

Per partecipare 

La partecipazione all’incontro è libera, ma è gradita una conferma di partecipazione compilando l’apposito modulo disponibile cliccando quiPer maggiori informazioni scrivere a comunicazione.bergamo@csvlombardia.it

Media

Stati Generali Volontariato Bergamasco 2021